jana zanoskar
jana zanoskar
BIOGRAFIA
LE OPERE
ESPOSIZIONI
VILLA OPATIJA
TRANSVISIONISMO A CASTELLARQUATO
INCONTRO CON L'ARTE
RECENSIONI
 
jana zanoskar
CONTATTACI
DOWNLOAD BROUCHURE
SITEMAP
 
spazio
Il mio stato
 
spazio
Ita | Eng
 
spazio

 

Galleria "Transvisionismo" di Castellarquato


Quel soffio d'oriente della Zanoskar

La pittrice di origine slovena espone al Transvisionismo di Castellarquato
transvisionismo a castellarquatoCASTELLARQUATO - Negli ultimi anni la galleria "Transvisionismo" di Castellarquato ha ospitato artisti sempre pi¨ importanti e, Percorsi artistici di Jana Zanoskar, personale della pittrice slovena da decenni residente in Italia, rientra in questa interessante linea culturale.
Zanoskar fino al 3 novembre ha riunito alcune delle opere pi¨ significative della sua ormai lunga carriera
Troviamo infatti schizzi e progetti risalenti addirittura a metÓ anni '60 quando la pittrice esordý nella natia Lubiana(Slovenia) per poi definitivamente trasferirsi(1970) in Toscana.
Zanoskar riflette il vivace e a tratti sorprendente Simbolismo orientale di stampo fondamentalmente aniconico ma troviamo anche ˛'iconismo occidentale, pi¨ serio e pi¨ pensieroso.I pittori orientali hanno sempre perseguito un equilibrio irrazionale e mistico dove la parte visbile Ŕ affidata alla movimentazione di masse che spesso ambiscono alla tridimensionalitÓ.
Anche i colori hanno un ordine logico, una concatenazione sequenziale, un aggancio realistico ma comunicano sempre stupore, ammaliano talvolta.Zanoskar ha sempre coltivato un "Simbolismo magico" che, ha seconda delle occasioni, diventa spunto di intelleggibile per entrare in altre dimensioni.transvisionismo a castellarquato
La pittrice rifugge dalla bidimensionalitÓ, ha sempre cercato e cerca tuttora fra le pieghedella materia l'interioritÓ. Il mondo naturale viene quasi sovvertito e stravolto, il colore costituisce e sostiene le tele,i segni grafici attentamente dosati dinamicizzano le composizioni.Zanoskar dimostra un'infinita possibilitÓ combinatoria di forme fantastiche e conquista spazi liricamente sempre pi¨ astratti
I molti Senza titolo esposti sono ulteriore e attendibile dimostrazione della spontaneitÓ dell'artista, del suo completo, misterioso e talora ineffabile abbandonarsi alla pira creativitÓ.
La serie Fiore insolito indica fin dove pu˛ arrivare la trasfigurazione del reale, un'altra serue come Segni premonitori indica la profonditÓ dell'inviluppo organico.I vari Segnatempo sono invece un enigmatico connubio fra il rigore del tempo e la spazialitÓ infinita del nostro universo, un conflitto latente fra necessitÓ e libertÓ.

Fabio Bianchi


 

(C) 2008 - Indicizzazione e Ottimizzazione by piramedia siti web e comunicazione